Casa Veronelli

Attualità

A Castel di Sangro formazione con Niko Romito

Un centro di alta formazione gastronomica

Ero a Casadonna, non qualche giorno fa all’inaugurazione della scuola di cucina, ma alla presentazione della struttura in sè, lo scorso 22 novembre.
Niko Romito aveva allora annunciato, con la discrezione di chi sa ma non vuole esporsi troppo, cosa sarebbe accaduto nella sua nuova Casa, in Castel di Sangro: ristorazione, ospitalità, sperimentazione enoica (vite d’altura, focus sul vitigno pecorino, coinvolti cantina Feudo Antico di Tollo e la Facoltà di Viticoltura dell’Università di Milano) e… formazione.

Ne ero uscito con la convinzione di aver ascoltato di un progetto ben meditato e serio, anche per lo spessore dei singoli professionisti in campo. Con il valore aggiunto di un contesto di gran fascino: Casadonna è un ex-monastero, di lontane e non del tutto chiare origini, alto a guardare Castel di Sangro, isolato o, se vogliamo giocare con le parole,… romito.
Niko e la sorella Cristiana hanno lasciato (ma davvero) intatta la struttura e, dove possibile, anche gli arredi.
Una scelta intelligente nel nome di uno stile di efficace essenzialità.

La scuola porta il nome di Niko (una bella assunzione di responsabilità) e vanta sia l’apporto scientifico dell’Università degli Studi di Scienze Gastronomiche di Pollenzo sia il supporto di Slow Food: «Il mio desiderio è riuscire a diffondere la cultura gastronomica in Italia e nel mondo, formando quelli che saranno i veri ambasciatori dei nostri prodotti e dei nostri saperi».
I corsi iniziano il 7 maggio, tra didattica, laboratorio e visite al territorio:«Voglio che i produttori locali si confrontino direttamente con gli allievi, perché non si può pensare di fare alta cucina senza i grandi prodotti della nostra terra».
Giusto. Quanto più un prodotto è grande tanto più un cuoco può esaltarsi nel restituirlo, sulla tavola, al meglio.

Controcommenta Roberto Burdese, presidente di Slow Food: «L’Università di Pollenzo ha il cibo al centro dei suoi corsi, e immaginiamo Niko Romito Formazione come “cucina dell’Università”. Come Slow Food favoriremo il contatto con i produttori, la diffusione dei principi della rete di Terra Madre e molti altri fronti di collaborazione, tra cui scambi didattici e formativi».
Una collaborazione, insomma, che fonda sia sui principi sia sui propositi.

Last. Il centro è stato accreditato dalla Regione Abruzzo per la Formazione Superiore e Continua ed ha il sostegno di aziende quali l’Antico Pastificio Garofalo, Angelo Po e Pentole Agnelli.

Contatti
info@casadonna.it – tel. 0864 840610.
Ufficio Stampa Niko Formazione
Francesca Piccioli: francesca.piccioli@alice.it – tel. 347 955 6952
Ufficio Stampa Slow Food
Alessia Pautasso: a.pautasso@slowfood.it Tel. 0172 419 754

Tagged , , , , , , , , , , ,

Related Posts

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati non saranno ceduti a terzi (Privacy D. Lgs. 196/2003) e potrai cancellare l'iscrizione quando vorrai con un semplice click.

Officina Enoica

Casa Veronelli costituisce la prosecuzione naturale del sito Veronelli, online dal 1997, per mantenere viva la memoria di Luigi Veronelli e raccontare l'immenso patrimonio gastronomico "del paese più bello del mondo".
Rubriche per immagini
  • “Vivere frizzante”
  • Quando i panini sono buoni…
  • Sulla patata di Martinengo
  • “Vieni in Italia con me”. Di Massimo Bottura
  • Guida Vinibuoni d’Italia 2015. Dedicata a Veronelli
  • Guida al vino critico 2015. Di Officina Enoica