Casa Veronelli

Attualità

Le ricette alla Luigi Veronelli. Le costolette di vitello

Nel grande patrimonio ricettario di Veronelli – creato, ricordo, con l’indimenticabile Luigi Carnacina – vi sono ricette, una dozzina, che portano nel nome “alla Luigi Veronelli”.
Si tratta o di varianti di classici o di invenzioni nate dalle prove effettuate in casa, durante la realizzazione di quei libri monstre che sono La grande cucina e Il Carnacina.
Le ripropongo tutte e dodici, di settimana in settimana, ogni venerdì.
Comincio con le costolette di vitello. (Gian Arturo Rota)


INGREDIENTI

Le prime 6 costolette, tagliate dal quadrello (carré) di vitello di latte, appena appiattite.
3 cucchiaiate di vino rosso asciutto.
Il succo di mezzo limone.
Un trito composto da: mezza cipolla e un ciuffo di prezzemolo.
Un pizzico di alloro, sbriciolato.
Olio di oliva di frantoio (2 decilitri circa).
Farina bianca.
2 uova battute con una forchetta, appena salate.
Mollica di pane raffermo, grattugiata.
Il burro necessario.
Un trito composto da: una cipollina e 50 grammi di prosciutto cotto, privato del grasso.
2 decilitri di Marsala secco.
3 decilitri di brodo di carne.
30 grammi di burro maneggiato.
Mezzo spicchio d’aglio, pestato nel mortaio.
3 grani di pepe nero.
Un pizzico di basilico, tritato.
Pepe nero, macinato al momento. Sale.

PREPARAZIONE
Preparo il brodo di carne necessario.
Preparo una marinata con 2 cucchiaiate di olio d’oliva, il vino, il succo di limone, il trito di cipolla e prezzemolo e l’alloro; condisco con sale e pepe; mescolo con cura.
Adagio, in una capace fondina, le costolette; vi verso sopra la marinata; le tengo in fusione un’ora; le giro di tanto in tanto. Sgocciolo le costolette; le libero da tutto ciò che è rimasto della marinata; le infarino; le passo nell’uovo e nella mollica di pane; la faccio bene aderire.
Metto, in una larga padella, un decilitro e mezzo circa di olio d’oliva e 40 grammi di burro; li faccio scaldare bene; vi adagio le costolette; le faccio colorire da entrambi i lati. Abbasso la fiamma; continuo la cottura una ventina di minuti; controllo il sale.
Preparo il burro maneggiato con 20 grammi circa di burro e 10 grammi circa di farina bianca; preparo la salsa: faccio dorare, in una piccola casseruola, con 30 grammi di burro, il trito di cipolla e prosciutto; verso il Marsala e lo faccio ridurre a qualche cucchiaiata; verso il brodo; riporto ad ebollizione; continuo la cottura 5 minuti. Incorporo con una piccola frusta, poco alla volta, il burro maneggiato; mescolo di continuo e faccio cuocere ancora un minuto.
Aggiungo l’aglio, i grani di pepe e do altri due minuti di ebollizione.
Levo dal fuoco; vi amalgamo un pezzo di burro (20 grammi circa); unisco il basilico; verso in una salsiera.
Allineo le costolette, con l’osso avvolto in carta d’argento sfrangiata, su un piatto di portata, caldo.
Servo subito; passo, a parte, la salsa preparata, anche ben calda.

NOTE
Ti ricordo che le costolette si ricavano dal quadrello di vitello scoperto e coperto; le migliori sono quelle del quadrello coperto, soprattutto le prime cinque.

ABBINAMENTO
Vogliono vino rosso, asciutto, costituito e sincero, di buon corpo.
Vino cuore il Barbaresco, prodotto con uva nebbiolo, nell’omonimo comune, in provincia di Cuneo, di 5/6 anni, servito a 18°C.

Tagged , , , , , , , , ,

Related Posts

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati non saranno ceduti a terzi (Privacy D. Lgs. 196/2003) e potrai cancellare l'iscrizione quando vorrai con un semplice click.

Officina Enoica

Casa Veronelli costituisce la prosecuzione naturale del sito Veronelli, online dal 1997, per mantenere viva la memoria di Luigi Veronelli e raccontare l'immenso patrimonio gastronomico "del paese più bello del mondo".
Rubriche per immagini
  • “Vivere frizzante”
  • Quando i panini sono buoni…
  • Sulla patata di Martinengo
  • “Vieni in Italia con me”. Di Massimo Bottura
  • Guida Vinibuoni d’Italia 2015. Dedicata a Veronelli
  • Guida al vino critico 2015. Di Officina Enoica