Casa Veronelli

Attualità

Nasce a Bologna la delegazione Fisar

fisarbologna
Foto di NikoBoiNico

La città di Bologna, dall’altro ieri ha propria delegazione Fisar (Federazione Italiana Sommelier Albergatori Ristoratori).
La nomina a primo delegato è caduta su Raffaella Melotti, laurea in comunicazione, organizzatrice di avvenimenti, idee chiare, entusiasmo da vendere. Affiancata, per il primo anno, da Claudia Marinelli, Segretario Nazionale Fisar.

Sede dei corsi – con scopo di diffondere e valorizzare conoscenza e cultura del vino tramite attività di qualificazione professionale del sommelier – Villa Edvige Garagnani, in Zola Predosa.

La presentazione è stata accompagna dall’incontro Le ragioni di una nuova sommellerie professionale a Bologna.

Graziano Prantoni
, assessore al Turismo della Provincia di Bologna:
Fisar, con la sua attività e grazie a sinergie con produttori, ristoratori e albergatori, contribuirà a valorizzare il patrimonio enogastronomico del nostro territorio, una grande risorsa sempre più importante sotto il profilo dell’attrazione turistica.

Mario Del Debbio, presidente nazionale Fisar:
Ci proponiamo di trasmettere la cultura del bere, non solo insegnare a bere. Di qui, rispettare il produttore, la sua storia e la zona di produzione. Il vino deve essere il protagonista della crescita della cultura e la figura del sommelier professionale deve aiutare nell’avviare tale crescita.

Massimiliano Poggi, cuoco-patron del Ristorante Al Cambio:
Un sommelier deve lavorare per il proprio territorio. Il mio sogno è entrare in un bar del centro e sentire ordinare un Pignoletto anziché Prosecco. Il Pignoletto, nostro vitigno autoctono, ormai lo piantano persino in Australia e, invece, qui a Bologna, noi non lo chiediamo.

Stefano Fiorini, sindaco di Zola Predosa:
Zola è una delle città del vino e sta sostenendo da diversi anni la cultura del vino. Perciò, se è compito dei produttori far nascere il vino, è invece dovere delle associazioni promuovere il vino e abbinarlo ai prodotti del territorio.

Marco Landucci, assessore al Turismo di Zola Predosa e vicepresidente delle Città del Vino:
Daremo il nostro appoggio anche alle attività Fisar, così come per altre associazioni nel mondo del vino, perché crediamo nella collaborazione fra ristoratori, produttori e albergatori, ma anche tra associazioni diverse.

Last but… lei, Raffaella Melotti (320 9533124 – bologna@fisar.com)
Sono tre i punti su cui si baserà il lavoro della nostra delegazione:
-
conoscenza del vino che, sugli insegnamenti di Veronelli, si eserciterà con l’esperienza diretta e una corretta formazione professionale;
-
rispetto per i produttori e valorizzazione dei loro vini per vedere riconosciuto il loro impegno e il loro lavoro;
-
rilancio del territorio, perché tutte le associazioni hanno il compito di fungere da vere e proprie sentinelle dello stesso.

Si è colmato un vuoto, credo.
Gian Arturo Rota

Tagged , , , , ,

Related Posts

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati non saranno ceduti a terzi (Privacy D. Lgs. 196/2003) e potrai cancellare l'iscrizione quando vorrai con un semplice click.

Officina Enoica

Casa Veronelli costituisce la prosecuzione naturale del sito Veronelli, online dal 1997, per mantenere viva la memoria di Luigi Veronelli e raccontare l'immenso patrimonio gastronomico "del paese più bello del mondo".
Rubriche per immagini
  • “Vivere frizzante”
  • Quando i panini sono buoni…
  • Sulla patata di Martinengo
  • “Vieni in Italia con me”. Di Massimo Bottura
  • Guida Vinibuoni d’Italia 2015. Dedicata a Veronelli
  • Guida al vino critico 2015. Di Officina Enoica