Casa Veronelli

Attualità

San Patrignano e barrique: la terza vita del legno

aprile 16, 2012 by Gian Arturo Rota in Attualità, Eventi with 0 Comments

Al Salone del Mobile (17-22 aprile) il nuovo progetto di San Patrignano:
oggetti di arredo disegnati da 30 celebri architetti e realizzati dai ragazzi della falegnameria della comunità attraverso il legno delle botti

Il riscatto delle persone attraverso il riciclo del legno delle botti e il recupero del lavoro artigianale che da sempre contraddistingue il nostro Paese. E’ quanto è avvenuto a San Patrignano, grazie all’aiuto di Maurizio e Davide Riva e al sostegno di Federvini, FederlegnoArredo e Cosmit, attraverso il progetto “Barrique, la terza vita del legno”, che ha coinvolto 30 grandi architetti e designer che hanno progettato, a tema libero, un oggetto di design.

San Patrignano, il più grande centro antidroga d’Europa, con oltre 1300 ragazzi, durante i suoi oltre 30 anni di attività, è riuscita a sviluppare un’importante attività vitivinicola con una produzione annua di 600 mila bottiglie. Il vino invecchia all’interno di botti in legno di rovere francese stagionato all’aria aperta, la cui vita media è di sole tre vendemmie.
Grazie a questo progetto, il legno, anziché distrutto, viene riciclato e acquista nuova vita
.

Spiega Lamberto Vallarino Gancia, presidente di Federvini: «A Federvini piace questo racconto delle botti di San Patrignano, perché evoca molte parole del suo vocabolario: la cura delle materie prime, la regola d’arte, la creazione di nuove opere che esaltano il bello e la creatività, la sostenibilità, e non ultima l’educazione».

A sottolineare l’importanza educativa anche Roberto Snaidero, presidente di FederlegnoArredo: «Un evento importante perché regala nuova vita a un materiale altrimenti destinato allo smaltimento e che grazie all’impegno di Riva 1920 ha visto aderire all’iniziativa l’entusiasmo di 30 fra i più noti designer e architetti. E nuova vita l’ha regalata sicuramente anche a tutte quelle persone che hanno lavorato nel labdesign di San Patrignano e nella sua falegnameria, un luogo che per il suo grande impegno sociale e umano ha negli anni restituito la capacità e la gioia di vivere a tanti giovani».

I pezzi prodotti saranno esposti al padiglione 11 stand B19 e C20. Uno spazio ottenuto grazie a Cosmit.
«Siamo sicuri che il risultato che qui presentiamo potrà essere valutato in termini estremamente positivi prescindendo da numeri e percentuali – sottolinea il suo presidente Carlo Guglielmi – ricordando a tutti come, soprattutto attraverso un lavoro nobile e autentico come quello del falegname, si possono scoprire e riscoprire valori autentici e assoluti, gli unici che possono dare un senso alla nostra vita e renderci più forti e consapevoli».

Sarà anche inaugurato il Primo Concorso di Idee per giovani designers, per la realizzazione di un’opera attorno al tema “A tavola”, proprio con il legno delle botti.

Ecco l’elenco degli architetti del progetto, i cui progetti saranno messi in mostra:
Riccardo Arbizzoni, Claudio Bellini, Mario Botta, Giuliano Cappelletti, Luisa Castiglioni, Pierluigi Cerri, Aldo Cibic, Antonio Citterio, Carlo Colombo, Valerio Cometti, Michele De Lucchi, Terry Dwan, Erasmo Figini, Elio Fiorucci, Giuseppe Leida, Gualtiero Marchesi, Alberto Meda, Alessandro Mendini, Angela Missoni, Paolo Nava, Franco e Matteo Origoni, Alessandro Pedron, Paolo Pininfarina, Karim Rashid, Maurizio e Davide Riva, Alejandro Ruiz, Marc Sadler, Luca Scacchetti, Aldo Spinelli, Matteo Thun, San Patrignano.

Ufficio stampa
Matteo Diotalevi
mdiotalevi@sanpatrignano.org
cell 333.4858343

Tagged , , , , , , , ,

Related Posts

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati non saranno ceduti a terzi (Privacy D. Lgs. 196/2003) e potrai cancellare l'iscrizione quando vorrai con un semplice click.

Officina Enoica

Casa Veronelli costituisce la prosecuzione naturale del sito Veronelli, online dal 1997, per mantenere viva la memoria di Luigi Veronelli e raccontare l'immenso patrimonio gastronomico "del paese più bello del mondo".
Rubriche per immagini
  • “Vivere frizzante”
  • Quando i panini sono buoni…
  • Sulla patata di Martinengo
  • “Vieni in Italia con me”. Di Massimo Bottura
  • Guida Vinibuoni d’Italia 2015. Dedicata a Veronelli
  • Guida al vino critico 2015. Di Officina Enoica