Casa Veronelli

Luigi Veronelli

Ci hai convinti di essere eterno

Mio Caro Gino,

t’ho detto in ospedale: “è difficile vederti ammalato, ci hai convinti di essere eterno”; mi hai sorriso sicuro, a conferma.
Mi sono illusa, forse ci credo ancora.
Ti so dietro la porta del tuo studio. Indaffarato a scrivere o attento e affascinato all’ascolto di Mozart.
Non entro, non ti voglio disturbare.
Immagino sul tuo volto, il solito sorriso accogliente e mi viene in mente Cicerone: “la coscienza di aver trascorso bene la vita e di aver fatto tante buone azioni è la più grande soddisfazione”.
Per questo sei sempre sereno.

Una cara amica mi ha scritto: “la neve sembra congelare la vita, ma la sta solo conservando per consegnare alla primavera che verrà, più splendida e rigogliosa che mai”.
Non riesco a crederti congelato sotto la neve. Se penso a te, vedo le fiamme rosse nel grande camino di casa nostra. La tua vita è fuoco, dà calore, illumina di toni morbidi e avvolgenti.
Sotto la cenere esiste ancora, è nei tuoi scritti, nei nostri ricordi, in noi stessi.

Lucia Veronelli, figlia

Related Posts

One Comment

  1. Gianpaolo Zerioligen 23, 2013 at 19:41Reply

    Lucia, le tue parole mi invitano a scriverti. Tuo padre, il nostro amico Gino è nell’eternità perchè chi scrive lascia sempre un segno indelibile e Gino di segni ne ha lasciati tanti. L’ho conosciuto quando ero ragazzino con mio padre da Scofone a Milano e poi rivisto più volte in tante aziende. Nessuno ha mai saputo parlare del vino come lui. Il suo linguaggio è eterno e lui sarà sempre nei nostri cuori ” camminare tra le vigne ed accarezzare i preziosi grappoli e paralr con loro per poi rientrare in casa per degustare l’opera che con amore qualcuno a fatto e raccontarla con l’amore che il maestro ci ha insegnato ” Tutte le volte che cammino tra le vigne tuo padre è con me e con tutti ogni giorno…… sii serena lui è nell’eternità

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati non saranno ceduti a terzi (Privacy D. Lgs. 196/2003) e potrai cancellare l'iscrizione quando vorrai con un semplice click.

Officina Enoica

Casa Veronelli costituisce la prosecuzione naturale del sito Veronelli, online dal 1997, per mantenere viva la memoria di Luigi Veronelli e raccontare l'immenso patrimonio gastronomico "del paese più bello del mondo".
Rubriche per immagini
  • “Vivere frizzante”
  • Quando i panini sono buoni…
  • Sulla patata di Martinengo
  • “Vieni in Italia con me”. Di Massimo Bottura
  • Guida Vinibuoni d’Italia 2015. Dedicata a Veronelli
  • Guida al vino critico 2015. Di Officina Enoica