Casa Veronelli

Luigi Veronelli

L’obiettivo delle mie polemiche

Questo scritto di Veronelli ha 40 anni. Non è di stupefacente attualità?

Quando, sei anni fa, iniziai la pubblicazione di questa rivista, poche e frammentarie erano le voci che si levavano in difesa della gastronomia.
Oggi non passa giorno senza che sia pubblicato qualche articolo, o che si tenga qualche riunione, o che si prendano nuove iniziative. Posso essere soddisfatto.
Certo, non per solo mio merito; non sarà tuttavia tanto modesto da asserire che non sia anche merito mio.
Le cucine italiane stanno uscendo dallo squallido qualunquismo cui le aveva ridotte, da un lato l’affarismo esasperato dei proprietari di ristorante, dall’altro la sciocca rinuncia delle persone di buon gusto.

Si comincia a discutere, a protestare; a migliorare di conseguenza.
Ecco l’obiettivo, il solo, delle mie polemiche; si, non posso non esserne soddisfatto.
Anche se molto è il cammino da fare, queste esperienze ci dimostrano che sbaglia chi dispera, chi è convinto che i mezzi moderni fatalmente distruggano la buona cucina e che gli uomini d’oggi non desiderino porvi rimedio.
Sappiamo ora che le novità possono essere applicate per e non contro la buona tavola; e che – anche di ciò gli uomini si vanno convincendo – sterilizzare i piaceri significa distruggere, annullare la “humanitas”.
La strada presa è quella giusta; val la pena quindi di percorrerla fino in fondo.

Tagged , , ,

Related Posts

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati non saranno ceduti a terzi (Privacy D. Lgs. 196/2003) e potrai cancellare l'iscrizione quando vorrai con un semplice click.

Officina Enoica

Casa Veronelli costituisce la prosecuzione naturale del sito Veronelli, online dal 1997, per mantenere viva la memoria di Luigi Veronelli e raccontare l'immenso patrimonio gastronomico "del paese più bello del mondo".
Rubriche per immagini
  • “Vivere frizzante”
  • Quando i panini sono buoni…
  • Sulla patata di Martinengo
  • “Vieni in Italia con me”. Di Massimo Bottura
  • Guida Vinibuoni d’Italia 2015. Dedicata a Veronelli
  • Guida al vino critico 2015. Di Officina Enoica