Casa Veronelli

Rubriche

“Minni di virgini” (i seni delle vergini)

luglio 15, 2014 by Gian Arturo Rota in L'Artigiano, Rubriche with 0 Comments

minnidivirgini

 

Nel mio ultimo viaggio in Sicilia (nell’agrigentino), da cui avevo obbligo familiare di tornare con vassoio di dolci (cannoli o cassatelle), Nino Sutera, l’amico che mi ha accompagnato, ha stravolto la mia richiesta e mi ha indirizzato su un’alternativa, meno presente nell’immaginario (almeno di noi nordici) ma altrettanto fascinosa: le minni di virgini (i seni delle vergini).
E mi ha portato nel luogo d’origine, Sambuca di Sicilia, nella pasticceria ritenuta migliore – Enrico Pendola – anche per la fedeltà alla ricetta originaria.

Inventrice del dolce, 1725 l’anno, è suor Virginia Casale di Rocca Menna.
A onor del vero, la religiosa s’è ispirata per la forma, all’andamento delle belle colline che osservava dalla cella del convento; la libera interpretazione, successiva, è malizia… tutta maschile, “sdoganata” anche da Tomasi di Lampedusa nel Gattopardo: «… impudiche paste delle Vergini – aggiungendo – come mai il Santo Uffizio, quando lo poteva, non pensò a proibire questi dolci?»

Sta di fatto: si tratta di una preparazione sontuosa in cui entrano: farina doppio zero (un tempo, quella di grano di Maiorca), zucchero, strutto, latte vaccino, uova, vaniglia (per la pasta); crema di latte vaccino, zuccata, scaglie di cioccolato fondente, essenza di fiori di garofano, cannella (per il ripieno); zucchero a velo, succo di limone, acqua (per la glassa).
E riunisce in sé tutta la ricchezza e il “sentimento” della terra siciliana, in un miracoloso equilibrio tra dolcezza, sapidità, pienezza.

Ed Enrico, pasticciere, a ribadire – con una semplicità disarmante – che le materie prime, il rigore del procedimento (dosaggi, manipolazione, cottura) e il rispetto dei giusti tempi, sono le condizioni imprescindibili per la riuscita.
Questo è (vero) artigianato.
Gian Arturo Rota

Pasticceria Enrico Pendola
via Baglio Grande 42, Sambuca di Sicilia (AG)
Tel. 0925/941080

Tagged , , , , , ,

Related Posts

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati non saranno ceduti a terzi (Privacy D. Lgs. 196/2003) e potrai cancellare l'iscrizione quando vorrai con un semplice click.

Officina Enoica

Casa Veronelli costituisce la prosecuzione naturale del sito Veronelli, online dal 1997, per mantenere viva la memoria di Luigi Veronelli e raccontare l'immenso patrimonio gastronomico "del paese più bello del mondo".
Rubriche per immagini
  • “Vivere frizzante”
  • Quando i panini sono buoni…
  • Sulla patata di Martinengo
  • “Vieni in Italia con me”. Di Massimo Bottura
  • Guida Vinibuoni d’Italia 2015. Dedicata a Veronelli
  • Guida al vino critico 2015. Di Officina Enoica