Casa Veronelli

Attualità

Il vino tra i motori trainanti della nostra economia. Parola di Ministro

gennaio 10, 2014 by Gian Arturo Rota in Attualità, Miscellanea with 0 Comments

grappoloduva
Quando ho partecipato, lo scorso novembre, alla rassegna dei vini passiti in Zola Predosa, Marco Landucci, assessore comunale alle attività produttive, agricoltura e turismo e sostenitore della stessa, ha letto non banale messaggio del ministro delle politiche agricole Nunzia De Girolamo in risposta all’invito cui non ha potuto aderire.
Ho chiesto all’assessore di potere avere copia dello scritto; così è stato e lo ringrazio della gentilezza.
Ne pubblico alcuni passaggi, quelli per me più importanti.

“Non c’è dubbio che il vino sia uno dei motori più importanti per l’economia dei nostri territori rurali.
Un comparto che ha dimostrato ancora una volta di essere un modello da seguire, capace di raggiungere risultati straordinari anche sotto il profilo dell’export e dell’occupazione.
Per questo va tutelato e sostenuto con tutte le misure possibili…

Come ministro delle politiche agricole mi sto impegnando affinché questa unicità venga sempre più tutelata e i risultati raggiunti finora, come la riforma dell’OCM unica con la quale abbiamo scongiurato il pericolo di liberalizzazione degli impianti, ne sono la prova…
E’ proprio su questa della consapevolezza che dobbiamo continuare a lavorare in sinergia, per permettere al comparto di continuare a crescere e di confermarsi come uno dei motori trainanti della nostra economia.


Un obiettivo fondamentale in vista, soprattutto, di un grandissimo appuntamento quale sarà l’EXPO 2015 di Milano dove, proprio al vino, dedicheremo un intero padiglione, per sottolineare l’importanza che questo prodotto ha per tutto il Made in Italy.”  Nunzia De Girolamo

Passaggi importanti appunto.
Come quello del riconoscimento d’unicità della nostra viticultura, che parte dalla terra, si è legittimata nella storia per ragioni di natura e di cultura, si è fatta cultura e sta vincendo sul piano economico, in ambito internazionale.
Il ministro fa intendere che vi sono numeri importanti (il sostegno governativo, le statistiche, i dati l’andamento economico).
I numeri contano, certo, sono la voce che incoraggia. Ma non solo i numeri.
Anche e proprio in vista dell’EXPO. La speranza è che saranno veicolati soprattutto concetti di territorialità, di individualità, di diversità, di piccole produzioni, di qualità. Caratteristiche che generano appunto l’unicità.
Gian Arturo Rota

Tagged , , , , ,

Related Posts

Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Iscriviti alla Newsletter

I tuoi dati non saranno ceduti a terzi (Privacy D. Lgs. 196/2003) e potrai cancellare l'iscrizione quando vorrai con un semplice click.

Officina Enoica

Casa Veronelli costituisce la prosecuzione naturale del sito Veronelli, online dal 1997, per mantenere viva la memoria di Luigi Veronelli e raccontare l'immenso patrimonio gastronomico "del paese più bello del mondo".
Rubriche per immagini
  • “Vivere frizzante”
  • Quando i panini sono buoni…
  • Sulla patata di Martinengo
  • “Vieni in Italia con me”. Di Massimo Bottura
  • Guida Vinibuoni d’Italia 2015. Dedicata a Veronelli
  • Guida al vino critico 2015. Di Officina Enoica